Share PDF

Search documents:
  Report this document  
    Download as PDF   
      Share on Facebook

ANTIBIOTICI

CEFALOSPORINE

Meccanismo d'azione:

L'azione delle cefalosporine è battericida, diretta soprattutto ai batteri in fase di attiva moltiplicazione, ed è sovrapponibile all'azione delle penicilline.

CEFALOSPORINE DI 1° GENERAZIONE

SPETTRO D'AZIONE

• GRAM +

1.Streptococchi gruppo A β-emolitici

2.Streptococchi gruppo B

3.Streptococchi gruppo D non Enterococchi

4.Stafilococchi

5.Corinebatteri

• GRAM -

1.Enterobatteriacee

2.Actinobacillus

3.Pasteurella

4.Salmonella

Vengono impiegate in:

•affezioni respiratorie: tonsilliti, broncopolmoniti, pleuriti

•affezioni genito-urinarie: nefriti, cistiti, mastiti, metriti, vulvo-vaginiti e uretriti

•celluliti, piodermiti, ascessi, infezioni cutanee

•osteomieliti e sinoviti sensibili

•terapie sistemiche per ceppi sensibili

CEFAZOLINA

CEFAZOLINA 10-30 mg/kg IM BID/TID

CEFALESSINA

Viene impiegata anche per:

• discospondiliti da stafilococchi

CEFALESSINA 11-30 mg/kg BID OS (IM, SC, EV)

CEFADROXIL (Cefacure Tabs)

CEFADROXIL 20 mg/kg OS (BID)

CEFALOSPORINE DI 3° GENERAZIONE

SPETTRO D'AZIONE

• GRAM +

1.Stafilococchi (Intermedius)

2.Streptococchi non enterococchi

• GRAM -

1.Acinetobacter

2.Actinobacillus

3.Brucella

4.Campilobacter

5.Citrobacter

6.Enterobacter

7.Enterobatteriacee

8.Neisseria

9.Pasteurella

10.Serratia

• BATTERI ANAEROBI

1.Bacterioides

2.Fusobacterium

Vengono perciò impiegate in:

•affezioni genito-urinarie: nefriti, cistiti, mastiti, metriti, vulvo-vaginiti e uretriti

•celluliti, piodermiti, ascessi, infezioni cutanee

•terapie sistemiche per ceppi sensibili

CEFTRIAZONE

Può essere impiegato anche:

•affezioni respiratorie: tonsilliti, broncopolmoniti, pleuriti

•affezioni gastroenteriche da enterobatteriacee compreso pseudomonas

•osteomieliti e sinoviti sensibili

•Malattia di Lyme

CEFTRIAZONE 15-50 mg/kg EV IM BID

CEFOTASSIME (Zerivits)

Spettro d’azione ampio comprendente batteri Gram + e - , ma soprattutto Batteri Gram – resistenti ai più comuni antibiotici

• affezioni di tutti gli apparati / profilassi chirurgiche CEFOTASSIME 20-30 mg/kg IM BID

Passando dalla I° alla III° generazione si assiste ad una relativa perdita di attività nei confronti delle specie Gram + ed un incremento verso le specie Gram -.

PENICILLINE

Meccanismo d'azione:

Sono antibiotici Beta Lattamici.

Le penicilline hanno azione battericida e interferiscono con la sintesi di peptidoglicano da parte della transpeptidasi, interrompendo la formazione della parete cellulare

Non vanno impiegate insieme ad antibiotici batteriostatici, quali tetracicline o eritromicina, e non vanno mescolate con gli aminoglicosidi poiché si inattivano reciprocamente

SPETTRO D'AZIONE

• GRAM +

1.stafilococchi

2.streptococchi

3.Listeria

4.Corynebacterium

5.Bacillus

•BATTERI ANAEROBI 1. Clostridi

•GRAM -

1.Bordetella bronchiseptica

2.Citrobacter

3.Chromobacter

4.E.Coli

5.Haemophilus influenzae

6.Pasteurella

7.Proteus mirabilis

8.Salmonella

9.Leptospira

Vengono impiegate in:

•affezioni delle vie respiratorie

•affezioni delle vie enteriche ed epatobiliari

•piodermiti

•osteiti

•sepsi

•profilassi chirurgica

AMOXICILLINA E ACIDO CLAVULANICO (Sinulox)

AMOXICILLINA CLAVULANATA 10-20 (12,5) mg/kg BID o TID OS IM EV SC

AMPICILLINA (Amplitalvet)

AMPICILLINA 10-20 mg/kg BID IM

CHINOLONI

Meccanismo d'azione:

I fluorochinoloni svolgono azione BATTERICIDA, poiché si legano alla DNA-girasi, enzima responsabile della duplicazione, spiralizzazione e compattazione del DNA batterico; il disturbo da parte del farmaco provoca l'inceppamento

del processo di duplicazione del DNA, con alterazione della sua conformazione spaziale e della trascrizione del messaggio.

SPETTRO D'AZIONE

• GRAM +

1. Stafilococchi

•MICOPLASMI

•CLAMIDIE

•ENTEROBATTERIACEE (GRAM -) 1. E.Coli

2. Proteus

3. Klebisiella

4. Enterobacter

5. Pseudomonas

•GRAM -

1.Aeromonas

2.Brucella

3.Campilobacter

4.Haemophilus

5.Salmonella

6.Serratia

7.Vibrio

8.Yersinia

Vengono perciò impiegati in:

•affezioni bronco polmonari

•affezioni genito-urinarie: nefriti, cistiti, mastiti, prostatiti, metriti, vulvo-vaginiti e uretriti

•affezioni del tratto gastro-intestinale

•dermatiti

•otiti esterne, medie e interne

•profilassi perioperatorie e terapia di copertura

•terapie sistemiche

MARBOFLOXACINA (Marbocyl)

MARBOFLOXACINA 2 mg/kg SC IM OS SID

ENROFLOXACINA (Bayrtil)

ENROFLOXACIN 2,5-5 mg/kg SC IM IV OS SID

PRADOFLOXACINA (Veraflox)

PRADOFLOXACINA 3 mg/kg OS SID

TETRACICLINE

Meccanismo d'azione:

L'azione di tutte le tetracicline è di tipo BATTERIOSTATICO, poiché esse si legano alle subunità 30S dei ribosomi batterici e bloccano la sintesi proteica e della riproduzione

cellulare; inoltre grazie alla loro capacità chelante, interferiscono con i sistemi enzimatici batterici. Le teracicline interferiscono con l'azione delle penicilline e altri antibiotici battericidi.

SPETTRO D'AZIONE

•PARASSITI INTRACELLULARI 1. Anaplasma/Ehrlichia

2. Theileria

3. Eperytrozoon

4. Mycoplasma/Emobartonella

5. Clamydia

6. Rickettsia

•GRAM + AEROBI

1.Streptococchi

2.Listeria

3.Corynebacterium

4.Bacillus

•BATTERI ANAEORBI 1. Actinomyces

2. Fusobacterium

•GRAM - AEROBI

1.Actinobacillus

2.Bordetella

3.Borrelia

4.Brucella

5.Campilobacter

6.Francisella

7.Haemophilus

8.Lawsonia

9.Spirochete (Leptospira e Borrelia)

10.Pasteurella

11.Yersinia

DOXICICLINA (Dropovet / Ronaxan)

Viene impiegata in:

•affezioni bronco polmonari (vie respiratorie superficiali e profonde)

•infezioni da Clamydia

•infezioni extra e intracellulari sostenute da rickettise / ehrlichia / borrellia (infezioni sostenute da zecche) e micoplasmi DOXICICLINA 5 mg/kg OS SID (per infezioni batteriche) 10 mg/kg os SID per 3 settimane (per infezioni sostenute da zecche)

CLORTETRACICLINA (Isospen)

Farmaco utilizzato nella terapia della Coccidiosi nel cane e nel gatto

CLORTETRACICLINA 25 mg/kg OS SID fino a negativizzazione dell’esame coprologico

MACROLIDI

Meccanismo d'azione:

I macrolidi sono antibiotici BATTERIOSTATICI e inibiscono la sintesi proteica batterica, legandosi in modo reversibile e bloccando la subunità ribosomiale 50S

SPETTRO D'AZIONE

•PARASSITI INTRACELLULARI 1. Amebe

2. Toxoplasmi

3. Criptosporidium

4. Plasmodium

5. Mycoplasma/Emobartonella

6. Clamydia

7. Rickettsia

•GRAM + AEROBI

1.Stafilococchi

2.Streptococchi (pyogenes e Pneumoniae)

3.Listeria

•BATTERI ANAEORBI 1. Clostridi

2. Helicobacter

3. Legionella

4. Mycobacterium Kansasii e Scrofulaceum

5. Treponema

•GRAM - AEROBI

1.Bartonella Henselae e Quintana

2.Bordetella petrussis

3.Campilobacter

4.Neisseria

5.Pasteurella

6.Leptospira

Vengono perciò impiegati in:

•affezioni bronco polmonari (tracheiti / bronchiti / polmoniti / broncopolmoniti)

•tonsilliti

•otiti

•mastiti

•leptospirosi

•cistiti

•piodermiti

•infezioni batteriche secondarie a infezioni virali

TILOSINA (Tiljet / Tylan)

TILOSINA 4-10 mg/kg IM SC SID

AZITROMICINA (Zitromax)

Derivato semisintetico dell’ ERITROMICINA.

A differenza dell’ Eritromicina è in grado di accumularsi in diversi tessuti anche in quello respiratorio

L’ Azitromicina è indicata nel trattamento delle infezioni delle vie respiratorie superiori (faringiti, sinusiti, otiti medie) e delle vie respiratorie inferiori (bronchiti acute e polmoniti atipiche)

Agisce soprattutto nelle infezioni dell’apparato respiratorio sostenute da Mycoplasma e Bordtella Indicata anche nelle infezioni della cute e dei tessuti molli nonché dell’apparato genito-urinario AZITROMICINA 5-10 mg/kg OS SID per 3 giorni

LINCOSANIDI

Il loro meccanismo e spettro d'azione sono sovrapponibili a quelli dei macrolidi.

SPETTRO D'AZIONE

•PARASSITI INTRACELLULARI 1. Amebe

2. Toxoplasmi

3. Criptosporidium

4. Plasmodium

5. Clamydia

6. Mycoplasma/Emobartonella

7. Rickettsia

•GRAM + AEROBI

1.Stafilococchi resistenti alle penicilline

2.Streptococchi (pyogenes e Pneumoniae)

3.Listeria

4.Corynebacterium

5.Nocardia asteroides

•BATTERI ANAEORBI 1. Actinomyces

2. Bacterioides

3. Clostridi (perfringens e tetani)

4. Fusobacterium

5. Helicobacter

6. Legionella

7. Mycobacterium Kansasii e Scrofulaceum

8. Peptostreptococcus

9. Treponema

•GRAM - AEROBI

1.Bartonella Henselae e Quintana

2.Bordetella petrussis

3.Campilobacter

4.Neisseria

5.Pasteurella

CLINDAMICINA

Viene utilizzata per:

•infezioni cutanee e ascessi

•osteomieliti da staphylococcus aureus

•infezioni da batteri anaerobi

•pancreatite

•toxoplasmosi

CLINDAMICINA 5-11 mg/kg BID OS IM

CLINDAMICINA 25 mg/kg in 2-3 dosi OS per 4 settimane per la toxoplasmosi nel gatto

IMIDOCARB

E' un antiprotozoario della classe delle diamidine: si lega al DNA degli organismi suscettibili e lo denatura. E' attivo contro la Babesia Canis e l'Ehrlichia canis, sia per la terapia che per la profilassi,

poiché una singola somministrazione conferisce una protezione anche per 4 settimane.

La somministrazione è per via IM, poiché la somministrazione SC è dolorosa e non si somministra per via EV IMIDOCARB base 2,13 mg/kg per infezioni da babesia

IMIDOCARB base 4,26 mg/kg divisa in 2 somministrazioni a distanza di 14 giorni per infezioni da Ehrlichia o miste con babesia

IMIDOCARB base 4,26 mg/kg come profilassi per la babesia, per una durata massima di 4 settimane

METRONIDAZOLO

Il metronidazolo è un derivato nitroimidazolico ad azione antibatterica e antiprotozoaria. La sua azione è diretta soprattutto nei confronti dei batteri anaerobi e dei microaerofili: essi riducono il nitrogruppo del metronidazolo e il derivato intermedio che si forma altera la sintesi del DNA batterico; la sua azione nei confronti dei protozoi è invece sconosciuta.

METRONIDAZOLO (Deflamon flebo)

Viene utilizzato da solo per IV lenta nel caso di:

•infezioni e ascessi da agenti sensibili

•enterite/colite linfoplasmacitaria nel cane e nel gatto

•prevenzione delle infezioni post operatorie causate da batteri anaerobi

•meningiti da germi anaerobi, con dosaggi medi 25-50 mg/kg OS BID

•infestazioni da Giardia

•infezioni da Helicobacter

METRONIDAZOLO + SPIRAMICINA (Stomorgyl)

Viene utilizzato nel caso di:

•infezioni della cavità orale (stomatiti / gengiviti / alitosi / periodontiti)

•infezioni del tubo digerente

•infezioni cutanee di tipo necrotico

•infezioni dei tessuti ghiandolari

•infezioni da Giardia

•infezioni da Helicobacter

•coccidiosi / Toxoplasmosi

La sinergia con spiramicina si è mostrata efficace in praticamente tutti i casi, comprese le

osteomieliti e la Leishmania canina, per cui è stato dimostrato che l'efficacia massima venga raggiunta utilizzando una terapia combinata di glucantime, metronidazolo e spiramicina.

STOMORGYL 2-10-20 una cpr/2-10-20 kg/pv OS SID

BATTERI

PICCOLO INTESTINO

•stafilococchi

•streptococchi

•enterococchi

GROSSO INTESTINO

•Enterobatteriacee 1. E.Coli

2. Klebisiella

3. Proteus

4. Pseudomonas (??)

•Enterobacter

•Salmonella

•Pasteurella

•Fusobacterium

•bacterioides

•clostridium

LOCALIZZAZIONE GENITALE

•Neisseria gonorrhoeae – Gonorrea

•Brucella

•ENTEROBATTERIACEE

•Pseudomonas

LOCALIZZAZIONE URINARIA

•Stafilococchi

•ENTEROBATTERIACEE

•Pseudomonas

•Klebisiella, Proteus e Stafilococchi causano cristalli di struvite

LOCALIZZAZIONE EPATICA

•Clostridi

•ENTEROBATTERIACEE

LOCALIZZAZIONE POLMONARE

•Streptococcus pneumoniae

•Staphylococcus aureus

•Corynebacterium (naso)

•Haemophilus influenzae

•bordetella bronchiseptica

•ENTEROBATTERIACEE (contatto ano-tonsille a seguito di leccamento)

•Pseudomonas

LOCALIZZAZIONE CEREBRALE

•Neisseria meningitides (meningococco)

•Streptococcus pneumoniae (pneumococco)

•Haemophilus influenzae tipo b.

LOCALIZZAZIONE CARDIACA

•Streptococcus viridans

•E.coli

•Pseudomonas

LOCALIZZAZIONE CUTANEA

•Staphylococcus intermedius

•streptococchi beta-emolitici

•E.Coli (pidermite profonda)

•Proteus

•Pseudomonas

•Pasteurella multocida

LOCALIZZAZIONE OSSEA

•Stafilococchi

•E.Coli

•Proteus

GASTROPROTETTORI

RANITIDINA (Zantac)

Farmaco anti-acido antagonista dei recettori H2 dell’Istamina

Agisce inibendo la secrezione acida basale

Indicazioni:

Ulcera gastrica e duodenale inclusa quella associata al trattamento con FANS

Ulcera post operatoria

Esofagite da reflusso

Gastrite o Duodenite quando associate a ipersecrezione acida

RANITIDINA 2 mg/kg SC OS BID / 1 mg/kg IV BID

OMEPRAZOLO

Farmaco inibitore della pompa protonica H+ K+ ATPasi a livello della cellula parietale gastrica Questa azione provoca una inibizione efficace e altamente selettiva della secrezione acida

Oltre a ridurre l’acidità gastrica serve anche a ridurre la pressione del liquor a livello centrale e quindi la P° endocranica Stesse indicazioni della Ranitidina

OMEPRAZOLO 5 mg/kg OS BID

ANTIEMETICI

METOCLOPRAMIDE (Plasil)

Farmaco procinetico, antiemetico e antinausea utilizzato per i disturbi funzionali gastro-intestinali (+++ gastroduodenali) Determina un aumento del tono dll’ampiezza delle contrazioni gastroduodenali e in misura progressivamente ridotta in senso distale un incremento coordinato dei movimenti propulsivi del digiuno dell’ileo e del colon con una progressione periferica del contenuto endoluminale

Determina un accelerato svuotamento gastrico e una diminuzione del reflusso dal duodeno allo stomaco e nell’esofago. Indicazioni:

Vomito indotto da diversi stati (acidosi, disturbi digestivi..) Gastriti e coadiuvante nelle ulcere gastriche e duodenali Spasmi del piloro

Disturbi digestivi di interesse gastroduodenale METOCLOPRAMIDE 0,5-1mg/kg IV IM SC OS BID

MAROPITANT (Cerenia)

Farmaco antiemetico e antinausea utilizzato per il trattamento e la prevenzione del Vomito.

A differenza del Metoclopramide, farmaco antagonista competitivo dei recettori D1 e D2 della Dopamina e dei recettori 5HT3 della Serotonina nonché dei recettori 5HT4 coinvolti nella stimolazione dei neuroni colinergici enterici, il Maropitant è una neurochinina in grado di bloccare l’azione della Sostanza P a livello del SNC (CTZ)

La Sostanza P è un Neurotrasmettitore coinvolto nel meccanismo del vomito MAROPITANT 1mg/kg SC SID / 2mg/kg OS SID

FANS (FARMACI ANTINFIAMMATORI NON STEROIDEI)

I FANS esercitano il loro effetto antinfiammatorio e analgesico attraverso l’inibizione della ciclossigenasi (COX9 un enzima che permette la trasformazione dell’Acido Arachinodico in Prostaglandine (PG), che svolgono un importante ruolo nel garantire l’integrità della mucosa gastrica

L’enzima COX possiede 2 forme COX 1 e COX 2; La prima COX 1 regola la sintesi di prostaglandine in condizioni fisiologiche , mentre COX 2 viene prodotta solo dove è presente l’infiammazione

Per questo l’uso dei FANS deve eseere accompagnato dalla contemporanea somministrazione di Farmaci Gastroprotettori (Ranitidina / Omeprazolo)

MELOXICAM (Metacam / Loxicom)

Consente l’attenuazione dell’infiammazione e del dolore nei disturbi muscolo scheletrici sia acuti che cronici.

Inoltre riduce l’infiammazione e il dolore post operatorio a seguito di interventi chirurgici e ortopedici e dei tessuti molli. Non usare in animali affetti da disturbi gastrointestinali quali irritazione ed emorragia, con funzionalità epatica,cardiaca, renale compromesse

Metacam solo per cani Loxicom per cani e gatti

MELOXICAM 0,2 mg/kg IV SC OS SID

CARPROFENE (Rimadyl)

Consente l’attenuazione dell’infiammazione e del dolore nei disturbi muscolo scheletrici sia acuti che cronici.

Inoltre riduce l’infiammazione e il dolore post operatorio a seguito di interventi chirurgici e ortopedici e dei tessuti molli. Non usare in animali affetti da disturbi gastrointestinali quali irritazione ed emorragia, con funzionalità epatica,cardiaca, renale compromesse

Solo per cani

CARPROFENE 2-4 mg/kg IV SC OS SID

CIMICOXIB (Cimalgex)

Consente il trattamento del dolore e dell’infiammazione associati ad osteoartrite e la gestione del dolore perioperatorio dovuto ad interventi di chirurgia ortopedica e dei tessuti molli

Solo per cani

CIMICOXIB 2 mg/kg OS SID

ACIDO TOLFENAMICO (Tolfedine)

Cani: trattamento sintomatico dei processi infiammatori e sindromi dolorose dell’apparato muscolo-schelettrico e prevenzione del dolore post operatorio

Gatti: trattamento degli stati febbrili.

Non usare in animali affetti da disturbi gastrointestinali quali irritazione ed emorragia, con funzionalità epatica,cardiaca, renale compromesse

ACIDO TOLFENAMICO 4 mg/kg SC OS SID

FARMACI CHE AGISCONO SULL’APPARATO RESPIRATORIO

ACETILCISTEINA (Fluimucil)

Farmaco Mucolitico, fluidificante bronchiale utilizzato in corso di bronchite e tosse

Viene utilizzato nel trattamento delle affezioni respiratorie caratterizzate da ipersecrezione densa e vischiosa (bronchite acuta e cronica e sue riacutizzazioni, enfisema polmonare..)

Viene utilizzato come antidoto nelle intossicazioni da paracetamolo ACETILCISTEINA 1 cpr OS SID per 5-10 giorni

AMINOFILLINA

Farmaco in grado di incrementare l’AMP CICLICO intracellulare provocando il rilasciamento muscolare a livello dei bronchi;inoltre agisce sul centro del respiro stimolandolo

Riduce la pressione sistemica e polmonare

Viene utilizzato in caso di Asma Bronchiale, affezioni polmonari con componente spastica bronchiale e in caso di collasso tracheale.

AMINOFILLINA Cane 10mg/kg OS IM IV TID / Gatto 5 mg/kg OS IM IV TID

ADRENALINA

L’Adrenalina è una catecolamina endogena, agonista dei recettori alfa e beta adrenergici . Esercita i seguenti effetti

Polmonari: Potente broncodilatazione

Cardiovascolari: La stimolazione dei recettori Beta 1 determina effetti cronotropo e inotropo positivo con conseguente aumento della gittata cardiaca

Metabolici: Iperglicemia e Iperlipidemia Antagonismo all’istamina:.

In medicina Veterinarl’adrenalina viene impiegata principalmente nel trattamento di emergenza dell’asma felina, nello shock anafilattico, e nell’arresto cardiaco

ADRENALINA Arresto cardiaco 0,2 mg/kg (di una soluzione 1 mg/ 1ml) IV Broncocostrizione da shock anafilattico 0,02 mg/kg (di una soluzione 1 mg/ 1 ml) SC IV IM entrambe da ripetersi dopo 3’-5’ se necessario.

Asma-anafilassi felina0,1 ml di una soluzione 1mg/1ml SC IV da ripetersi ogni 5’-15’ se necessario.

FARMACI CHE AGISCONO SULL’APPARATO DIGERENTE

PROBIOTICI (Canicur Pro)

Aiuta a ripristinare la normale flora microbica intestinale

Viene utilizzato specialmente per contrastare episodi di diarrea

Può essre somministrato associato a trattamenti farmacologici in corso

Viene somministrato direttamente dalla siringa ad un quantitativo secondo peso.

SUCRALFATO

Disaccaride costituito da idrossido di alluminio e solfato di saccarosio che promuove la guarigione delle ulcere. Il farmaco aderisce sia alla mucosa danneggiata sia a quella sana formando un gel complesso con il muco Inoltre è in grado di stimolare la secrezione di muco, bicarbonato e prostaglandine

Trova impiego nel trattamento delle ulcere gastriche, duodenali e gastriti (indotte da FANS). Utile anche ne trattamento del reflusso gastroesofageo.

SUCRALFATO 40 mg/kg OS BID

APOMORFINA

Derivato dell’oppio in grado di stimolare i neuroni della zona chemocettrice ed è tra i vari farmaci emetici disponibili il farmaco d’elezione per la mancanza di effetti depressivi e per la rapidità e la brevità d’azione

Solo per cani

APOMORFINA 0,03 mg/kg IV (0,04 mg/kg IM o 0,08 mg/kg SC)

Schema vaccinale classico del Cane:

 

ETÀ

VACCINO

 

 

 

 

 

 

 

7-8 settimane

C P concentrato

 

10-11 settimane

C P + A ± L

 

 

 

 

13-14 settimane

C P A ± L

 

Richiamo annuale C P A

 

 

Richiamo ogni 6 mesi per L

 

 

 

 

 

 

C= vaccino contro cimurro;

 

P= vaccino contro parvovirus;

 

A= vaccino contro adenovirus (CAV-1 ± CAV 2);

 

L= vaccino contro leptospira

 

Vaccinazione del Gatto:

Nel gatto il vaccino impiegato è generalmente chiamato vaccino "trivalente" (FVRCP, Felin Vaccines for Rhinotrachetis, Calici, Panleukopenia) proprio perchè racchiude in un unico prodotto tutti e tre gli agenti virali (o parti di essi) contro cui si vuole proteggere l'animale.

I gattini con età superiore alle 6-8 settimane di vita e gli adulti sani di cui non si conosce l'anamnesi (storia) vaccinale, dovrebbero essere vaccinati con un vaccino trivalente FVRCP vivo-modificato o spento con un richiamo dopo 21 giorni. Successivamente, si dovrebbe somministrare un richiamo vaccinale annuale partendo dall'anno di età dell'animale, o comunque dopo un anno dall'ultima vaccinazione

In gatti a cui è permesso uscire all'aperto o che hanno la possibilità di entrare in contatto con altri gatti di cui non si conosce lo stato di salute, è consigliabile eseguire la vaccinazione contro il virus della leucemia felina (FeLV: Feline Leukemia virus). In gattini sani, la prima vaccinazione si dovrebbe eseguire nella dodicesima settimana di età, con un successivo richiamo dopo 3 settimane; in gatti adulti bisognerebbe invece eseguire un controllo relativo alla positività al FeLV prima della vaccinazione. Dopodiché, solo se l'animale risulta negativo, si esegue la vaccinazione con richiamo dopo 21 giorni. Molti Autori sostengono che i vaccini siano utili soprattutto in gatti giovani, in quanto, con l'invecchiamento, compare una resistenza acquisita nei confronti dell'infezione da virus della leucemia felina. Si ritiene infatti che la vaccinazione contro il FeLV in gatti (regolarmente vaccinati fin da piccoli) dopo il 7-8 anno di vita sia di limitata utilità.

Ulteriori vaccini attualmente disponibili per il gatto comprendono quello contro un batterio chiamato Chlamydophila felis (che provoca congiuntivite) e quello contro la Rabbia (malattia virale a esito mortale, ormai quasi scomparsa in Italia, per lo meno per quel che concerne il suo ciclo urbano) per la quale si deve seguire un protocollo vaccinale in base alle ordinanze locali.

SEDAZIONE ANALGESIA E ANESTESIA

ANTIDOLORIFICI

BUTORFANOLO (Dolorex)

Derivato morfinico ad azione agonista-antagonista sul SNC

BUTORFANOLO ANALGESIA 0,05-0,5 mg/kg SC IM IV

BUTORFANOLO ANTITUSSIGENO 0,05-0,1 mg/kg SC IM

BUTORFANOLO ANTIEMETICO 0,2-0,6 mg/kg SC

BUTORFANOLO SEDAZIONE 0,2-0,8 mg/kg IV IM

TRAMADOLO (Altadol)

Analgesico oppiaceo

TRAMADOLO 2 mg/kg SC IM

MORFINA

Analgesico oppiaceo efficace verso il dolore acuto o cronico

MORFINA 0,1-0,5 mg/kg IM SC (Cane) 0,1 mg/kg SC (Gatto)

FENTANIL (Fentanyl)

Analgesico oppiaceo dotato di grande potere antidolorifico (utilizzato prima e durante l’anestesia) FENTANIL 0,1-0,2 ml/kg IV

FANS (Farmaci antinfiammatori non steroidei)

Hanno tutti potere antidolorifico.

ANESTESIA

ACEPROMAZINA (Prequillan)

Derivato fenotiazinico ad azione tranquillante-sedativa, pre anestetica, e anti chinetosica. ACEPROMAZINA SEDAZIONE 0,03-0,08 mg/kg IM IV lenta

ACEPROMAZINA PREMEDICAZIONE 0,02-0,04 mg/kg IM IV lenta

DIAZEPAM (Valium)

Benzodiazepina con attività sedativa e anticonvulsivante. Esercita anche un effetto miorilassante

DIAZEPAM PREANESTESIA 0,1-0,2 mg/kg IV

DIAZEPAM TRANQUILLANTE E SEDATIVO 0,2-0,6 mg/kg IV

DIAZEPAM CONVULSIONI / EPILESSIA 0,5-1 mg/kg IV (può essere ripetuta ogni 10’ fino a 3 volte) DIAZEPAM INTOSSICAZIONE DA METALDEIDE STRICNINA CLORAROSIO 0,5-1,5 mg/kg IV

ZOLAZEPAM TILETAMMINA (Zoletil)

Associazione tra una benzodiazepina e la tiletammina.

Utilizzato per la contenzione e l’anestesia generale di breve durata necessaria per esami clinici ed interventi chirurgici brevi

ZOLAZEPAM TILETAMMINA 6-12 mg/kg IM

MEDETOMIDINA (Domitor)

Farmaco alfa 2 stimolante (potente e selettiva attività verso i recettori alfa 2 adrenergici a livello del SNC in grado di inibire il rilascio di noradrenalina con conseguente effetto analgesico, sedativo, e bradicardizzante, MEDETOMIDINA 0,02-0,05 ml/kg

Antagonizzabile con ATIPEMAZOLO (Antisedan) con stessa dose nel cane e metà dose nel gatto

DEXMEDETOMIDINA (Dexdomitor)

Analogo alla Medetomidina DEXMEDETOMIDINA 0,05-0,1 ml/kg

Antagonizzabile con ATIPEMAZOLO (Antisedan) con stessa dose nel cane e metà dose nel gatto

PROPOFOL

Anestetico utilizzato per l’induzione dell’anestesia generale gassosa o per il mantenimento di una anestesia generale endovenosa. Risveglio rapido e spontaneo.

PROPOFOL INDUZIONE DELL’ANESTESIA

4 mg/kg IV (Cane) 6 mg/kg IV (Gatto) con premeditazione 6 mg/kg IV (Cane) 8 mg/kg IV (Gatto) senza premeditazione

Somministrare metà della dose calcolata in 10’’-15’’; la rimanente parte, lentamente in circa 40’’, fino ad effetto. PROPOFOL MANTENIMENTO DELL’ANESTESIA

Procedere mediante dosi ripetute di propofol basandosi sul parametro dose-effetto.

0,1 ml/kg IV sono in grado di mantenere l’anestesia generale per periodi di tempo di 5’ e oltre.

ASSOCIAZIONI

CANE

[ACEPROMAZINA (0,05 mg/kg) + BUTORFANOLO (0,4 mg/kg)] IM

[MEDETOMIDINA (0,04mg/kg) + BUTORFANOLO (0,4 mg/kg)] IM

[MEDETOMIDINA (0,04mg/kg) +KETAMINA (1-5 mg/kg)] IM

[MEDETOMIDINA (0,04mg/kg) +KETAMINA (1-5 mg/kg) + BUTORFANOLO (0,4 mg/kg) ] IM

[KETAMINA (1-5 mg/kg) + BUTORFANOLO (0,4 mg/kg)] IM

[KETAMINA (1-5 mg/kg) + DIAZEPAM (0,4 mg/kg)] IV - OTTIMO PER GDV – (meglio somministrare prima Diazepam poi Ketamina)

GATTO

[KETAMINA (5 mg/kg)] + MEDETOMIDINA (0,08 mg/kg)] IM

Standardizzato [KETAMINA (12 UI)] + MEDETOMIDINA (25 UI)] IM +++per Gatti > 3,5 Kg di peso

BUTORFANOLO (4 UI) IM + (dopo 10’) [DIAZEPAM (20 UI) + KETAMINA (10 UI)] IV (con questo protocollo si evita il vomito anche se il gatto ha mangiato)

[BUTORFANOLO (2 UI) IM + MEDETOMIDINA (2 UI) + KETAMINA (3 UI)] IM per gatto “incazzato”

[MEDETOMIDINA (0,02-0,04mg/kg) + BUTORFANOLO (0,02 ml/kg) + MIDAZOLAM (0,02 ml/kg)] IM

[BUTORFANOLO (0,02 ml/Kg) + MEDETOMIDINA (0,02-0,04mI/kg)] IM per piccole contezioni

ANESTESIA GASSOSA

Dopo PREMEDICAZIONE e INDUZIONE dell’anestesia

Aprire l’Ossigeno dalla bombola

Aprire il Rubinetto dell’Ossigeno

Regolare l’ossigeno tra 0,5 e 2

Connettere al tracheotubo il tubo collettore dell’anestesia

Regolare Isofluorano prma a 3-3,5 poi lasciarlo intorna a 2.

Iniziare le procedure

EUTANASIA

TANAX

(MEBENZONIO + EMBUTRAMIDE + TETRACAINA)

Prodotto per l’eutanasia animale.

Necessaria premeditazione (anche con Zoletil)

TANAX 0,3 ml/kg IV (praticare l’iniezione senza interruzione, ma non troppo lentamente). Peso corporeo fino a 10 kg: 7-10 ml

Peso corporeo > 10 kg: dapprima 10 ml, poi 3-10 ml per via intracardiaca